Comitato nazionale per il centenario della nascita di don Lorenzo Milani (1923-2023)

15 Dic Comitato nazionale per il centenario della nascita di don Lorenzo Milani (1923-2023)

Si è insediato a Firenze, in Palazzo Medici Riccardi, martedì 6 dicembre 2022

Il 2023 sarà l’anno del Centenario della nascita di don Lorenzo Milani, nato il 27 maggio 1923.
Martedì 6 dicembre 2022 si è insediato il Comitato Nazionale per il centenario della nascita di don Lorenzo Milani nella Sala Pistelli di Palazzo Medici Riccardi, sede della Città Metropolitana di Firenze che ha ospitato l’evento.
Il Comitato nasce per iniziativa della Fondazione don Lorenzo Milani, dell’ Istituzione don Lorenzo Milani di Vicchio e dell’Associazione di Volontariato Gruppo don Lorenzo Milani di Calenzano.
Ne fanno parte personalità individuate dai promotori e provenienti dai mondi che l’opera di don Milani ha toccato con originalità: chiesa (Arcidiocesi di Firenze, Conferenza Episcopale Italiana), scuola (pedagogisti, dirigenti scolastici, insegnanti), istituzioni/sociale (Ministeri della cultura e dell’istruzione, Regione Toscana, Comuni di Firenze Vicchio Calenzano e Montespertoli, sindacati); del Comitato fanno poi parte docenti universitari e studiosi di don Milani.
I promotori hanno indicato Rosy Bindi presidente del Comitato nazionale.
All’insediamento sono state presentate le direttrici fondamentali che orienteranno il lavoro del Comitato per il biennio 2023-2024. Il centenario vuole innanzitutto promuovere l’approfondimento e la riflessione sull’attualità dell’azione e del pensiero di don Milani, con l’ambizione di sollecitare, ispirati dalla figura del Priore, un impegno diffuso e una larga partecipazione alla realizzazione di un futuro più giusto per tutti.
Alle iniziative promosse dal Comitato se ne affiancheranno, come peraltro sta già succedendo, molte altre programmate in autonomia da istituzioni scolastiche, istituzioni locali, parrocchie, associazioni sindacali e culturali.
Un’occasione dunque per incoraggiare il maggior numero di soggetti individuali e collettivi, anche di ambiti diversi tra loro, a riscoprire e rendere feconda l’eredità di questo gigante della fede e
dei valori civili, che ha considerato l’educazione e la scuola di tutti e per tutti come strumento fondamentale per l’attuazione della democrazia costituzionale e la Chiesa come “la sua sposa” che
dà voce alle speranze degli ultimi.
Al centenario è stato concesso l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.
Al termine dell’insediamento del Comitato si è tenuta una conferenza stampa della presidente Rosy Bindi e dei vertici dei tre enti promotori, Agostino Burberi per la Fondazione, Leandro Lombardi per l’Istituzione e Alessandro Santi per l’Associazione di Volontariato.

Il Comitato nasce per iniziativa della Fondazione don Lorenzo Milani, dell’Istituzione culturale don Lorenzo Milani di Vicchio e dell’Associazione di Volontariato Gruppo don Lorenzo Milani di Calenzano. Ne fanno parte personalità individuate dai promotori e provenienti dai mondi che l’opera di don Milani ha toccato con originalità: chiesa (Arcidiocesi di Firenze, Conferenza Episcopale Italiana), scuola (pedagogisti, dirigenti scolastici, insegnanti), istituzioni/sociale (Ministeri della cultura e dell’istruzione, Regione Toscana, Comuni di Firenze, Vicchio, Calenzano e Montespertoli, sindacati), oltre a docenti universitari e studiosi.

All’incontro erano presenti, tra gli altri, il sindaco di Vicchio Filippo Carlà Campa e il presidente dell’Istituzione culturale don Milani Leandro Lombardi.

“La strada che stiamo seguendo, quella di non interpretare soggettivamente i testi di don Milani ma di leggerli nel loro significato profondo e vero – sottolinea il sindaco di Vicchio Filippo Carlà Campa – ha portato coesione e finalità d’intenti. La figura di don Lorenzo è divisiva nel senso che i suoi scritti, il suo messaggio chiamano, spingono a una riflessione, a prendere posizione, ma proprio per questo unisce, indica la direzione. Ci sprona – conclude – a ricercare sempre la verità nei suoi scritti”.

“Il centenario della nascita di don Lorenzo Milani non può essere una celebrazione storica scontata – afferma il presidente dell’Istituzione culturale don Milani Leandro Lombardi -, ma vogliamo che diventi un’occasione per riscoprire quanto il suo messaggio sia più attuale che mai, ci aiuti a capire il nostro tempo e a trovare nuove soluzioni per i nostri

Comunicato Comune Vicchio
“I care Don Milani: articoli Costituzione dipinti dai cittadini”, presentata in Regione l’iniziativa della Compagnia Chille de la Balanza
Presente anche il sindaco di Vicchio Carlà Campa: “Un don Milani diffuso con partecipazione collettiva”https://met.cittametropolitana.fi.it/news.aspx?n=362368

Comunicato Regione Toscana

I care Don Milani: articoli Costituzione dipinti dai cittadini. Il progetto dei Chille

L’iniziativa della compagnia di Claudio Ascoli presentata in Regione. Un’ anteprima delle celebrazioni del centenario della nascita del prete di Barbiana che cadrà il 27 maggio 2023 https://www.toscana-notizie.it/web/toscana-notizie/-/chille-de-la-balanza
foto:
https://www.facebook.com/photo?fbid=471231218456322&set=pcb.471236278455816